La seduzione del Metallo nei bagni in stile Urbano

Le età del rame, del bronzo, del ferro, dell’acciaio, non sono più storia, ma attualità; i bagni contemporanei riuniscono il Metallo sotto un unico marchio: Stile Urbano.

0
555

Se vi hanno colpito i nostri bagni scolpiti nella Pietra, da quelli in metallo sarete attratti come calamite. Ricordate che i caratteri decisi vincono sempre, anche in arredamento, e la durezza del metallo è una dichiarazione di forza a cui non potrete resistere.

In più è il segno distintivo dell’arredamento industriale, da cui l’urban eredita la passione per i materiali grezzi, dall’aspetto consumato e dalle linee essenziali, aggiungendo soluzioni decisamente più ricercate. Perciò, seguiteci in questo viaggio a ritroso nel tempo, che comincia dall’era più primordiale.

L’ETA’ DEL RAME – Il bagno, come non l’avete mai visto

Splendida, la prima proposta, dove la luce è tagliata a quadratini e sottolinea il contrasto fra la struttura in rame grezzo, più simile a un’impalcatura, e l’eleganza dei piani lavabo in marmo, con specchiere reclinabili da antica toilette petineuse.

Nella seconda, la particolare texture ramata delle pareti, si ottiene facilmente con l’uso dell’acciaio Cor-ten, che presenta sulla superficie una naturale patina di ossidazione effetto ruggine e offre notevoli vantaggi in fatto di peso, costo e resistenza. Non a caso è utilizzatissima in America, dove l’Urban trova il suo habitat naturale.

Ma la forma preferita dal rame resta la classica vasca freestanding, che qui vediamo accostata a rustici mattoni a vista e travoni in legno, costellata di borchie o messa in risalto da sfondi neri lucidi. Meravigliosa, infine, la vasca a forma di ciotola, davanti alla doccia aperta e alle pareti rosso mattone, che ne esaltano la brillantezza.

L’ETA’ DEL BRONZO – Lo stile urban non arrugginisce

Il color bronzo ha una fantasia inesauribile nel vestire nuove forme, come questa parete in mosaico ricurvo, che ospita il doppio lavello e crea un fantastico duetto grafico col muro in mosaico black and white. Avreste mai immaginato di arrotolare una parete come un foglio di carta? Poteri dell’Urban design. Gli stessi poteri che trasformano prodotti come il gres porcellanato o la resina materica in vere e proprie lamine di bronzo consumate dai secoli.

L’ETA’ DEL FERRO – L’inaspettata eleganza di un bagno ferroso

E siamo al nero siderurgico di queste immagini, che sembrano emanare l’odore ferruginoso di freni sui binari dei treni in arrivo. Cominciamo dalla magnifica vasca-amaca, sospesa tra l’eleganza delle pareti color carbone, che esaltano i colori e l’oro dei quadri. Effetto metallo pesante, sì, ma dalla forma leggerissima.

Pareti di un nero magmatico, che raccontano il ferro allo stato liquido, giocano di contrasto con le geometrie oro e bianco dell’arredo. Il grigio ferro allaga i pavimenti o ricopre le pareti di queste immagini, talvolta illuminato da cornici di led continuo, che bordano di luce il soffitto.

L’ETA’ DELL’ACCIAIO – La modernità a servizio dell’urban

Concludiamo questo viaggio con l’acciaio, splendidamente rappresentato nella prima immagine, con questo lavello da terra, la parete a mosaico e la bacheca di fantasmi di luce, le cui trasparenze sono svelate dalla magia dei faretti. Efficace l’accostamento col legno o col bianco, nella versione black lucido dell’acciaio.

Ne apprezziamo la lucentezza nei lavelli, dalla forma ondulata o squadrata, sulle pareti o nel mosaico di una vasca a L. Nella sua indole più minimal, infine, accompagna questo mobile lavello, ironico omaggio a una bandiera americana scolorita dai troppi lavaggi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here